NEWS

DETTAGLIO NEWS

Dalle 20:00 alle 22:59
PNR Evening
Redazione Musica

ON AIR

M y s t e r y T r a i n - “ W a n g D a n g D r i n k i n ‘ D o g “

 

D i s c h i d e l l a S e t t i m a n a :

 

S u e F o l e y - “ T h e I c e Q u e e n “ ( D i x i e f r o g )

Fin dal suo album d’ esordio, il promettente “Young Girl Blues” ( 1992 ), la bionda canadese di Ottawa, aveva dimostrato di avere le carte in regola: abile chitarrista, autrice

ispirata e vocalist accattivante. Il tempo è passato – non sembra affatto per la splendida

cinquantenne…- e la bella Sue ha collezionato una nutrita serie di prestigiosi riconoscimenti, è diventata anche giornalista e ha creato lo stimolante progetto “Guitar

Woman”, per valorizzare i talenti chitarristici al femminile. Questo nuovo lavoro segna

il ritorno dopo un periodo di pausa e la vede di nuovo ad Austin, Texas insieme agli

amici di sempre, Jimmie Vaughan, Charlie Sexton e Billy Gibbons (ZZ Top), tutti e tre

impegnati in vivaci duetti con la titolare. Il disco, prodotto dall’ emergente tastierista Mike

Flanigin, è molto godibile e possiede marcati accenti elettrici, ma si conclude con un paio

di titoli acustici per sola chitarra e voce. Si tratta di “The Dance” e “Cannonball Bllues”,

quest’ ultimo dal nobile “songbook” della Carter Family.

 

R e v e r e n d F r e a k c h i l d - “ D i a l I n I t “ ( Floating )

Nuova tappa nel percorso artistico del’ enigmatico cantante e chitarrista newyorkese,

che ci ha abituato a originali stravaganze. Su tutte le 12 versioni dello stesso brano

( “All I Got Is Now” ), ognuna in uno stile differente nel triplo “Illogical Optimism”del 2016.

Questo nuovo album, che sembra aderire maggiormente ai canoni della “normalità”,

si apre e si chiude con un paio di eterei strumentali. Nel mezzo, un visionario e palpitante

mix di blues tradizionale e rock & roll, filtrato con elementi di assoluta modernità e manipolazioni sonore anche elettroniche. Otto le tracce autografe e tre le “covers”, che il

Reverendo va a pescare dai repertori di Blind Willie Johnson , Bob Dylan e Depeche Mode. ( E come afferma l’ autorevole rivista Living Blues,“la sua attitudine è irriverente, ma il suo entusiasmo per il blues è evidente”. Siamo pronti a sottoscrivere.

 

J . J . V i c a r s - “ I r r e v e r e n t D i s s i d e n t “ ( Annie Gator )

Il sesto album del chitarrista e cantante dell’ Ohio è anche il primo dal suo ritorno negli States, dopo un decennio trascorso all’ estero. Registrato presso i Jupiter Studios di Alliance,Oh “Irreverent Dissident” - titolo che riflette a pieno la personalità ribelle dell’artista - presenta i tratti distintivi dello stile di Vicars. Un potente blues elettrico innervato di boogie e rock&roll, con fumose atmosfere notturne, testi dalla pungente ironia, chitarra acuminata e voce burbera e grintosa. Non mancano altresì le inattese e piacevoli sorprese. Una sferzante versione di “Wang Dang Doodle” di Willie Dixon, alcuni strumentali, tra cui “Stinky Twinky”, con il leggendario sassofonista Big Jay McNeely due settimane prima del suo 90° compleanno ( ! ! ! ) e un finale con qualche gioiellino di stampo western swing.

 

T h e W i l d c a t O’ H a l l o r a n B a n d - “ H o t P u l l d o w n “ ( Dove Nest )

Da più di 20 anni vera e propria istituzione sullo scenario blues del New England, la compagine diretta da William Halloran ritorna alla tradizione, dopo un album di “covers”

di natura eterogenea ( “The Boy Don’t Play No Blues”-2017 ). Il gruppo, anni fa per qualche tempo back-up band dell’ indimenticabile Bo Diddley, ripropone e affina le armi vincenti del fortunato “Midnight Service Call” ( 2015 ) : rispetto per il passato, energia spontanea e viscerale, perfetta intesa tra i musicisti. Lo dimostra nel recupero di “Honest I Do” di Jimmy Reed, “Here I Am” di James Cotton e nell’ oscura “Prison Blues” di Lightning Hopkins,con il boss solo con la sua chitarra.Non si smentisce neppure nei due strumentali:

l’ iniziale “title-track” e “Mr. Magic”, con la sua potente mistura di blues, funk e melodia e

l’ eccellente sassofonista Emily Duff in gran spolvero. Livello molto elevato anche nei restanti originali per una band in cerca di una maggiore visibilità a livello nazionale e internazionale. Cosa che sarebbe davvero meritata.

 

L e A l t r e N o v i t à :

Chicago/The Blues Legends/Today ! ( voc. Marie Lane ), Keesha Pratt Band, Deb Ryder, Billy Price, Ghost Town Blues Band, Bob Corritore & Friends ( voc. Alabama Mike ),

Dustin Douglas & The Electric Gentlemen, Tomislav Goluban feat. Toni Staresinic,

Paul Filipowicz, Freddie Pate, Vanja Sky, Tom Peterson, David Gerald, Samantha Fish,

Flav Martin & Jerry Marotta, The California Honeydrops, Robert Cray, The Reverend Shawn Amos, Too Slim And The Taildraggers.

 

D a l P a s s a t o :

Jean Chapel, The Clovers, J.J. Cale, Tony Joe White.

 

 

B e n v e n u t i a B o r d o !

Podcast

L'Assemblea diocesana in Cattedrale

L'inizio dell'anno pastorale nelle parole di Don Paolo Padrini
venerdì, 21 settembre

Gimme Jimmys Live al Bar Happy di tortona

Maurizio, batterista dei gimme jimmys, in #pausapranzo ci racconta l'evento di sabato sera al bar Happy di Tortona
venerdì, 21 settembre

Giriamo il territorio guidati dal nostro Country User

Claudio Cheirasco ci racconta il meglio degli appuntamenti passati ed ancora da venire, sempre dal nostro territorio.
venerdì, 21 settembre

Il GR Locale di Radio PNR del 21 settembre

Le notizie di giornata dalla nostra redazione di Tortona e Novi Ligure.
venerdì, 21 settembre

Tortona "città della musica" con le Invasioni Musicali

Le Invasioni Musicali del prossimo 23 settembre chiudono la fase primaverile del Festival e la ricca stagione di eventi culturali che ha animato Tortona durante l'estate. Siamo certi che anche quest'anno ...
venerdì, 21 settembre